Home | Sesso in spiaggia con la straniera
  • sesso in spiaggia

Sesso in spiaggia con la straniera

Sono una persona normale, non mi sono mai sentito il classico vitellone della riviera in cerca di incontri di solo sesso, che aspetta l’estate per fare strage di femmine straniere, desiderose dell’italico membro.

Ho 30 anni e questa estate, per arrotondare le entrate, mi sono fatto un paio di mesi come cameriere nei fine settimana in una pensione di Rimini.
I titolari sono amici dei miei genitori.
Io sono da poco uscito da una tormentata relazione con una ragazza, per cui ritrovarmi impegnato anche nel week-end è stato una sorta di toccasana.

Poco prima di ferragosto, nel pieno della stagione, arriva la classica famiglia tedesca, da anni affezionata frequentatrice della pensioncina.
Avevano optato per la mezza pensione, e quel sabato sera vado a prendere l’ordinazione dalla famigliola, padre madre e figlia, gran bel pezzo di figa.

Le donne sono sempre un passo avanti rispetto agli uomini, lei nota il mio interesse e se ne compiace, a tal punto che mentre servo l’antipasto al tavolo mi appoggia furtivamente una mano sull’inguine.

L’imprevisto movimento provoca uno mio sbandamento, perdo momentaneamente l’equilibrio, rovesciando un po’ di verdure condite sulla t-shirt della ragazza.

Sono mortificato e imbarazzato, Karin (questo è il suo nome) mi dice di non preoccuparmi, mi sussurra ad un orecchio che in fondo era colpa sua, e mi chiede di accompagnarla alla toilette per aiutarla a ripulirsi.

Rimango perplesso della richiesta, la mia timidezza è proverbiale, ma mi faccio forza e la seguo in bagno.

Una volta entrati nella augusta stanzetta, Karin chiude a chiave la porta, e contemporaneamente si sfila la maglietta, mostrando un seno perfetto, con capezzoli turgidi e duri.

Sento il rossore salire ed il viso riscaldarsi, Karin se ne accorge e mi dice che sono molto dolce, baciandomi sulle labbra.

Non so cosa fare, ero impreparato a questa situazione, puliamo al meno peggio la t-shirt e ritorniamo in sala.

incontri di sesso al mareTerminata la cena, Karin ritorna da me e mi chiede se ho voglia di accompagnarla in spiaggia quella sera.

Non credo alle mie orecchie, sto gran pezzo di bernarda vuole andare in riva al mare con uno sfigato come me e stranamente rispondo subito affermativamente.

Facciamo una passeggiata sul lungomare, un gelato con gli occhi puntati su lei, ed infine verso le due andiamo in spiaggia.

Luna piena, il mare è una tavola, Karin vuole fare il bagno, replico che non ho il costume e dopo due secondi è completamente nuda, e mi invita a fare altrettanto, cominciando a spogliarmi.

Finalmente scatta l’interruttore, prendo in mano la situazione ed inizio a baciarla, tirando fuori il mio uccello che non ne poteva più.

I nostri corpi sono saldati, la stringo forte a me palpandole ripetutamente il culetto, poi la sollevo e le piazzo il mio cazzo infuocato direttamente nella sua figa, già abbondantemente sgocciolante.

La impalo furiosamente, stringendole i fianchi, lei saldamente attaccata alle mie spalle, il nostro affiatamento è perfetto, sembra che lo abbiamo sempre fatto.

Raggiungiamo in fretta un devastante orgasmo che mi piega le gambe, ci sediamo sulla calda sabbia per rifiatare, e lei, senza nessun pudore, si piega a succhiarmi il cazzo, intriso dei nostri umori.

Ben presto l’uccello risponde alla chiamata, e Karin si gira porgendomi docile il culetto: che sublime visione!
Insalivo velocemente il suo pertugio anale, le infilo un dito per saggiare la consistenza e punto la mia cappella nel suo sedere, mi dice di andare tranquillo, con tre colpi l’uccello entra tutto fino alle palle.

E’ molto esperta, assecondandomi con i suoi movimenti di bacino in breve mi svuota nuovamente i serbatoi, e le riempio volentieri il culo di calda sborra.

Restiamo un po’ ansimanti ad abbracciarci in silenzio, poi ci alziamo ed andiamo a fare un bellissimo bagno.

Incontra anche tu altre esuberanti donne vogliose di sesso. Iscriviti ora. Clicca sul banner

banner-soloavventure

2017-11-06T17:08:25+00:00

Lascia un commento