Home | Primo Anale per Martina
  • Esperienza di primo anale a Torino

Primo Anale per Martina

Vorrei “condividere” una delle esperienze più belle della mia vita, almeno tra le lenzuola, quella della mia prima volta di sesso anale.
Mi chiamo Martina 30 anni di Torino, sposata da sette con un magnifico uomo, che però non ha mai voluto soddisfare un mio desiderio: quello di “abusare” del mio buchino.

La mia voglia che già era tanta per una mia curiosità giovanile, è diventata massima quando l’anal mi è stato “magnificato” da una mia collega di lavoro, collega che regolarmente lo pratica con il suo amante, allo scopo di evitare gravidanze.
Con la mia curiosità nuovamente al massimo, ho chiesto al mio uomo di provare nuovamente questo tipo di sesso catalogato da molti come “estremo”, per ragion di verità devo dire che lui si è applicato non riuscendoci purtroppo. La mia curiosità era rimasta, e mi sono resa conto che avevo bisogno assolutamente di trovare un altro “modo per evaderla”.

Mi sono rivolta cosi a SoloAvventure alla ricerca di un uomo esperto, che senza coinvolgimenti sentimentali mi avrebbe potuto far conoscere il piacere del sesso anale.
Grazie alla mia richiesta, alla mia simpatia e senza dubbio anche alla mia bellezza, ho avuto decine di contatti nel giro di qualche giorno, tra di questi ho scelto di “donarmi” a un bel ragazzo di 29 anni residente nella mia zona, fidanzato e ospitale.
I patti sono stati chiari fin dall’inizio, non volevo altro che “donare il mio culo”, non escludevo se la cosa mi fosse piaciuta di rincontrarlo, ma volevo evitare assolutamente qualsiasi problema sentimentale, si trattava solo di incontri per sesso, niente di più.

Organizzai tutto una sera che il mio uomo era fuori sede per lavoro, feci una lunga doccia calda, mi truccai leggermente, indossai l’intimo più bello che avevo, e presi dall’armadio un semplice top bianco ed una gonna lunga. Ero abbastanza eccitata, sapevo che di li a qualche ora la mia curiosità sarebbe stata evasa, e feci i chilometri che mi separavano dall’abitazione del mio amico in preda a un eccitazione che mi stringeva la pancia.

Arrivata all’indirizzo indicatomi via mail e suonai al campanello, sentendomi una puttana, cosa che contribuì ad alzare la sensazione di eccitazione che provavo in mezzo alle cosce. Mi rispose una bella voce affabile, che mi indico il piano da raggiungere. Appena vidi il mio amico mi congratulai per la mia scelta, era un bell’uomo dalla faccia simpatica e soprattutto con un bel fisico.

Superammo in pochi secondi l’imbarazzo, e in poco tempo finimmo sul divano con le lingue allacciate.

Passammo qualche minuto a baciarci, e alla fine fui io a prendere l’iniziativa spogliandomi e girandomi di spalle.
L’invito era eloquente e Marco, il mio nuovo amante, inizio immediatamente a darsi da fare attorno il mio buchino.
Lo sentii armeggiare prima con la lingua allo scopo di inumidire l’ano, poi preoccupata sentii una sensazione di freddo, mi tranquillizzo immediatamente dicendomi che era una crema che aveva lo scopo di lubrificare l’ingresso del suo cazzo.

Finalmente senti “forzare” il mio buchino, la mia eccitazione era giunta al massimo, e sentivo la fessura in mezzo alle gambe umida di umori.
Avvertii un leggero dolore, dovuto al fatto che il cazzo del mio amico si stava facendo strada dentro il mio corpo, senti la sua voce dirmi “Rilassati sarà più facile” e cosi feci, fino a quando mi sentii piena.

Lui inizio il classico movimento di “va e vieni”, e io iniziai a gustare la mia prima volta di “sesso anale”.
La sensazione era totalmente diversa, era come se il cazzo del mio amico mi allargasse il corpo, una sensazione mai provata ma bellissima.

Marco fu bravissimo, aumentava il ritmo per poi fermarsi e farmi assaporare la “sensazione di riempimento”.
Mi sentivo sazia, una sazietà che non avevo mai provato fino allora, dopo una decina di minuti lo senti accelerare il ritmo. Poi cosa che non accadeva con il mio compagno, sentii “l’attrezzo” del mio amante iniziare a vibrare, una vibrazione che terminò quando uno schizzo caldo colpi le mie visceri.
Sentii come una “scarica elettrica”, dal culo essa si propagò alla figa portando con se un orgasmo travolgente, un orgasmo che mi convinse che quella non sarebbe stata ….l’unica volta di sesso anale.

Altre donne vogliono provare il Sesso Anale
Conoscile ora. Clicca e Registrati.

banner-soloavventure

2017-11-08T17:03:02+00:00

Lascia un commento